Solare termico

Il solare termico è una delle tecnologie di conversione solare più mature e consolidate nel tempo. È una tecnologia che consente di trasferire il calore della luce solare ad un liquido, come per esempio l’acqua di casa. La luce solare possiede un’energia, sotto forma di calore e di fotoni, che possono essere convertiti in energia termica o elettrica, attraverso la tecnologia fotovoltaica disponibile.

In un sistema solare termico l’energia termica viene trasferita dalla luce solare all’acqua attraverso i seguenti elementi:

  • Un pannello solare termico
  • Un circuito idraulico chiuso
  • Un bollitore di accumulo dell’acqua calda sanitaria

L’elemento che ci consente di catturare il calore della luce solare è il pannello, che può essere costruito con diverse tecnologie, e sfrutta il principio dei corpi scuri. Una superficie di colore scuro acquisisce molto più calore rispetto a un corpo chiaro se esposto alla luce solare.

Come funziona il solare termico

Ciò è possibile poiché il pannello assorbe tutte la gamma di frequenze di energia luminosa della luce solare. La sua posizione ideale è sopra il tetto di casa libero da ombre estese in superfici e nel tempo.

L’acqua del bollitore si può usare per tutti gli utilizzi domestici, per una doccia o per la preparazione dei cibi. Inoltre nelle case più efficienti, è possibile utilizzarla anche per tutti gli elettrodomestici che per il loro funzionamento utilizzano l’energia elettrica per produrre acqua calda, come lavatrice e lavastoviglie, attraverso versioni apposite commercialmente conosciute come doppio attacco. In questo modo evitiamo anche un consumo di energia elettrica utilizzando l’acqua riscaldata dal sole.

Si potrà avere acqua calda tutto l’anno e per oltre 6 mesi l’anno, nelle nelle stagioni primaverili ed estive, questa sarà scaldata interamente dal sole.

Nelle stagioni autunnali e invernali il sole aiuterà a scaldarla per quanto possibile, integrando l’energia necessaria laddove serva con un riscaldatore elettrico o la classica caldaia/scaldabagno preesistente.

L’esperienza di tante installazioni conferma la possibilità di conseguire risparmi notevoli e consistenti con un rientro dell’investimento in circa metà del tempo di vita utile dell’impianto.

Esistono due grandi tipologie d’impianti solari termici, che si distinguono per il grado di complessità e di resa:

  • impianto a circolazione naturale: molto semplice da installare e gestire, dalle buone prestazioni, ha il bollitore situato sopra i pannelli e il fluido si muove in esso per convezione naturale pian piano che si scalda;
  • impianto a circolazione forzata: questo impianto in genere ha un costo maggiore, ma prestazioni migliori. Consente di installare il bollitore in una qualunque punto della casa, riparandolo da dispersioni e intemperie.

Le tipologie di pannelli solari termici più diffusi sul mercato sono principalmente due:

  • i pannelli piani vetrati;
  • i pannelli sottovuoto.

Vantaggi del solare termico

  • si riducono i costi della bolletta del gas, risparmiando sino al 70% di energia per la produzione di acqua calda sanitaria;
  • esistono specifici incentivi per il solare termico, per le spese sostenute per l’installazione con importi calcolati in funzione della grandezza dell’impianto installato. Sono accessibili attraverso il Conto Termico del GSE o l’Ecobonus;
  • incremento di valore dell’immobile e della classe energetica dell’edificio;
  • possibilità di integrazione con l’impianto esistente;
  • adattabile per ogni tipo di tetto e tipologia di edificio
  • bassi costi di manutenzione
  • sostenibilità: contribuisci a ridurre l’uso dei combustibili fossili e la produzione di CO2
Glossario

Solare termico. È il termine convenzionalmente in uso per definire la tecnologia per la produzione di energia termica mediante lo sfruttamento della radiazione solare.

Pannello solare. Dispositivo atto alla conversione della radiazione solare in energia termica.​

Vuoi una consulenza gratuita?