Idroelettrico

L’energia idroelettrica – definita anche energia idraulica o energia idrica – rappresenta ad oggi circa il 44% dell’energia rinnovabile complessivamente prodotta nel nostro paese grazie ad elevata disponibilità di serbatoi dislocati principalmente lungo l’arco alpino.

Le centrali idroelettriche generano energia sfruttando il movimento di grandi masse di acqua in caduta. Tali masse di acqua, cadendo, producono energia cinetica che, grazie a turbine ed alternatori, vengono poi trasformate in energia elettrica. L’acqua utilizzata viene interamente restituita all’ambiente.

Vantaggi dell’energia idroelettrica

  • produzione di energia pulita: l’energia idroelettrica è una fonte energetica pulita a emissioni zero
  • gestione efficiente: le centrali possono essere tempestivamente attivate o spente nel giro di qualche minuto, con l’apertura e la chiusura delle chiuse idrauliche
  • costi di manutenzione limitati: è limitata ad interventi di pulizia e piccola manutenzione giornaliera, specie nel periodo invernale
  • l’investimento è ammortizzabile in tempi brevi grazie alle agevolazioni fiscali per l’efficientamento energetico, alle aliquote di ammortamento maggiorate previste per gli investimenti realizzati in beni strumentali ed ai minori consumi
Glossario

Energia idraulica. Energia ottenuta a seguito della caduta dell’acqua attraverso un dislivello; è una risorsa naturale disponibile ove esista un considerevole flusso costante d’acqua.​

Vuoi una consulenza gratuita?